Orientamento

Salone dello studente – Pisa – 5 e 6 febbraio 2020

Per promuovere l’offerta didattica e i servizi per gli studenti, l’Università di Pisa parteciperà il 5 e il 6 febbraio 2020 al Salone della Toscana che si terrà presso il Palazzo dei Congressi.
Gli studenti delle scuole superiori possono così ottenere informazioni sui corsi di studio e sulle opportunità offerte dall’ateneo pisano e compiere le proprie scelte formative in maniera più consapevole e informata.
Sarà possibile consultare il programma dettagliato collegandosi al seguente indirizzo: http://www.salonedellostudente.it/salone-di-pisa-2020/

Open Days – Offerta formativa – 10 -28 febbraio 2020

L’Università di Pisa organizza dal 10 al 28 febbraio 2020 gli “Open Days”, giornate di orientamento dedicate agli studenti delle ultime classi delle scuole superiori che intendano proseguire la propria formazione iscrivendosi all’Università.
Le giornate di orientamento prevedono le seguenti iniziative:

  • desk informativi ed incontri di presentazione dell’offerta formativa, delle regole di accesso ai corsi e dei servizi offerti dall’Università;
  • visite guidate presso le varie strutture didattiche e di ricerca dell’Ateneo organizzate per classi o gruppi di classi;
  • coinvolgimento in attività di laboratorio e possibilità di seguire delle lezioni accademiche confrontandosi direttamente con i docenti e con il personale esperto nell’orientamento didattico.

Open days Dipartimento di INFORMATICA – Partecipazione a lezione – dal 17 al 19 febbraio 2020: per maggiori informazioni visitate il portale “Eventi Orientamento e supporto agli studenti”

Per l’iscrizione ai singoli eventi collegarsi al portale all’indirizzo http://prenotazione-eventi.unipi.it

Per comunicazioni o richieste di chiarimento, contattare la Direzione Servizi per la didattica e l’internazionalizzazione dott.ssa Barbara Testa e dott.ssa Federica Gorrasi e-mail: orientamento@adm.unipi.it .

Gara nazionale di programmazione della Macchina di Turing

Nel 1936 il matematico inglese Alan Turing propose l’idea di una macchina immaginaria che fosse capace di eseguire ogni tipo di calcolo su numeri e simboli. Una macchina di Turing (MdT) è definita da un insieme di regole che definiscono il comportamento della macchina su un nastro di input-output (lettura e scrittura). Il nastro può essere immaginato come un nastro di carta di lunghezza infinita, diviso in quadratini dette celle. Ogni cella contiene un simbolo oppure è vuota. Una MdT ha una testina che si sposta lungo il nastro leggendo, scrivendo oppure cancellando simboli nelle celle del nastro. La macchina analizza il nastro, una cella alla volta, iniziando dalla cella che contiene il simbolo più a sinistra nel nastro. Ad ogni passo, la macchina legge un simbolo sul nastro ed in accordo al suo stato interno: cambia il suo stato interno, e scrive un simbolo sul nastro oppure sposta la testina a sinistra o a destra di una posizione. Come per uno stato della mente di un essere umano, lo stato interno di una MdT definisce l’ambiente in cui una decisione viene presa. Una MdT può avere solo un numero finito di stati.

Le informazioni relative alla Gara nazionale di programmazione della Macchina di Turing per l’edizione 2020 sono disponibili alla seguente URL:

http://mdt.di.unipi.it/default.aspx